Simbolo come dimensione carateristica di teologia di sant’Efrem il Siro

Jan W. Żelazny

Uniwersytet Papieski Jana Pawła II w Krakowie , Poland

Abstract

Sant’Efrem il Siro, vissuto nel IV secolo, é il rappresentante di una delle tradizioni della cristianità, tradizione molto sconosciuta. É famoso come poeta, considerato il massimo dell’era patristica, perchè autore di tanti inni liturgici che sono in uso nelle comunitá della tradizione siriaca ancora oggi. Il suo valore teologico è spesso disprezzato. Nella sua bellezza poetica é trattato come poeta con una teologia non tanto originale. Ma le ricerche lo presentano invece come un teologo molto raffinato, con una metodologia completamente diversa e per questo difficile da comprendere. Sant’Efrem é difensore della realtá umana; la nostra incapacitá di comprendere Dio deriva non soltanto dalla nostra debolezza, ma anzitutto da questo: che Dio nella sua natura é invisibile e noi non possiamo con le nostre conoscenze e con la nostra lingua capire chi é veramente e descriverlo. Egli si é fatto uomo e nella creazione ha ideato lo strumento della comunicazione. Il mondo con tutte le creature é pieno di simboli e soltanto con i simboli possiamo avvicinarci a Lui. La nostra conoscenza avviene sempre attraverso i simboli che preparano lo spazio dell’incontro ma mai descrivendoLo! La metafora diventa una realtá non soltanto tecnica, ma una realtà voluta dal Signore. Così, afferma, Lui rimane Dio, assolutamente libero, Dio che si é vestito da uomo anche per farci capire. L’intervento vorrebbe presentare questa dimensione della teologia di Sant’Efrem il Siro basandosi sul suo inno di fede (31), uno di questi brani nei quali santo Diacono Siro spiega la sua motodologia.

Keywords:

Efrem il Siro, Simbolo

Beck E., Zur Terminologie von Ephräms Bildtheologie, w: Typus, Symbol, Allegorie bei den östlichen Vätern und ihren Parallelen im Mittelalter [Internationales Kolloquium], hrsg. M. Schmidt – C. Geyer, Eichstätt 1981
Benedykt XIV, Litterae encyclicae „Principi Apostolorum”, AAS 12 (1920) 457-471
Biesen K. den, Simply and bold. Ephrem’s art of symbolic thought, Piscataway 2006
Bou Masour T., La pensée symbolique de Saint Ephrem le syrien, Kaslik – Liban 1988
Brock S., The Luminousy eye. The spiritual world vision of St. Ephrem, Roma 1985
Ephraem Syrus, Carmina de fide, ed. E. Beck, CSCO 154 (Syr 73), Louvain 1967
Murray R., Symbols of Church and Kingdom. A study in early Syriac Tradition, Cambridge 1975

Published
2010-07-15


Żelazny, J. W. (2010). Simbolo come dimensione carateristica di teologia di sant’Efrem il Siro. Vox Patrum, 55, 799–808. https://doi.org/10.31743/vp.4369

Jan W. Żelazny 
Uniwersytet Papieski Jana Pawła II w Krakowie



License

  1. Pursuant to the Act on Copyright and Related Rights of February 4, 1994, the Author of the publication grants the Publisher of the journal "Vox Patrum" a non-exclusive and free license to use the Work submitted for publication for an indefinite period of time on an unlimited territory in the following fields of use:
    a) in the field of recording and reproducing the work - producing copies of the work using a specific technique, including printing, reprographic, magnetic recording and digital technology;
    b) within the scope of trading in the original or copies on which the work has been recorded - marketing, lending or renting the original or copies;
    c) in the scope of disseminating the work in a manner other than specified in point b - public performance, exhibition, display, reproduction, broadcasting and rebroadcasting, as well as making the work available to the public, so that everyone can have access to it at a place and time chosen by them.
  2. Moreover, the Author allows the Publisher free of charge to use and dispose of the compilations of the Works.
  3. The publisher may grant sub-licenses.
  4. Third parties may use the Works and other materials containing or based on the Works in accordance with the Creative Commons Attribution 4.0 (also known as CC-BY-NC 4.0) license pattern.